2 – Trek 11 – Dai prati delle Mandriacce alla Burraia

Difficoltà: 3 scarponi su 5 11.4 km 900 m

Per Poggio Palaio e Ponticino; discesa per Campigna

Bellissimo giro ad anello, anzi, quasi “a palloncino” visto che c'è un primo tratto unico, in comune fra andata e ritorno. E' fattibile in qualsiasi stagione e consigliabile anche nella più calda estate grazie al costante ombreggiamento del percorso. La grande suggestione forestale è appena turbata dagli attraversamenti di strade asfaltate – ben quattro! - che riducono un poco il fascino selvaggio dei luoghi. Si tratta peraltro del cuore del Parco, al centro delle Foreste “storiche”, con i vasti antichi impianti di abete bianco che hanno conferito alla conca di Campigna l'aspetto che tutti conosciamo. Punti cruciali e densi di ulteriore suggestione sono la grande radura della Burraia, appena sotto il crinale fra Monte Falco e La Calla, e infine il secolare “viale” di tigli ed aceri di Campigna, ricordato da Dino Campana nel suo “Viaggio a La Verna” compiuto nel settembre 1910 ed incluso nei Canti Orfici.

Percorsi simili